ALER, DE CORATO: CON NUOVE REGOLE DI ASSEGNAZIONE DECISE DA REGIONE IMMIGRATI ESCLUSI. COME VOLEVAMO: PRIMA GLI ITALIANI!

 30 gennaio 2018 “Il nuovo metodo di assegnazione delle case popolari voluto dalla Regione funziona. I primi a essere esclusi sono infatti gli immigrati: era nelle nostre intenzioni, per noi vengono sempre prima gli italiani. La legge regionale del 2016 ha stabilito un nuovo sistema di assegnazione ed è partita la fase di sperimentazione in alcuni comuni lombardi. Alcuni sindacati hanno protestato, lamentando l’esclusione di molti immigrati, dato che la Regione aveva stabilito tra i requisiti la residenza da almeno 10 anni. Fratelli d’Italia è stata ferma sostenitrice di questa regola. Basta guardare i numeri. Negli ultimi 4 anni tutte le Aler avevano visto aumentare il numero di assegnazioni a cittadini extracomunitari: Aler Milano 46%, Bergamo 45%, Brescia-Cremona-Mantova 49%, Varese 37%. Insomma, le case costruite con i fondi Gescal dagli italiani andavano per metà agli stranieri, per buona pace dei lombardi in lista d’attesa”

 

Nessun allegato disponibile in questo articolo