SICUREZZA, DE CORATO: MILITARIZZARE I CONVOGLI E LE STAZIONI!  AGGREDITI ALTRI DUE CAPI-TRENO QUESTA VOLTA A MILANO-ROGOREDO SU UN INTERCITY  CHE VA’ A VENTIMIGLIA! FDI DA UN ANNO CHIEDE MILITARI SUI TRENI E NELLE STAZIONI

22 gennaio 2018 “Altra aggressione ieri pomeriggio domenica 21 Gennaio, questa volta a Rogoredo contro due Capi-treno su un treno a lunga percorrenza il Milano-Ventimiglia l’intercity Milano Ventimiglia 675 in viaggio alla volta della città ligure.
Due capi-treno un uomo e una donna sarebbero stati aggrediti con un lancio di sassi e poi anche con sputi, calci e pugni da 6 giovanissimi nord-africani che ovviamente non avevano né il biglietto né i documenti.
In attesa che arivasse una pattuglia di polizia ferroviaria i sei avrebbero aggredito e tirato pietre contro altri passeggeri. La situazione sui convogli passeggeri in Lombardia è grave sia sui treni di Ferrovie dello Stato sia su quelli di Trenord. Il 10 gennaio u.s. un capo-treno è stato colpito con un ombrello a bordo di un convoglio della Milano-Piacenza. A dicembre, invece, è stato licenziato da Trenord un capo-treno che, secondo un video diffuso da web, ha urlato contro un passeggero africano che si era chiuso in bagno. Il Gruppo Regionale di Fdi aveva presentato in Consiglio Regionale un apposita interrogazione sulla vicenda. Non si contano gli episodi di violenze e in alcuni casi di stupri nei confronti dei passeggeri.
E’ evidente che difronte a tutte queste aggressioni ci vogliono militari nelle stazioni sia delle Ferrovie dello Stato sia in quelle di Trenord che servano come detterente per dissuadere gli eventuali malintenzionati dal compiere azioni criminose soprattutto quando si tratta di malintenzionati clandestini stranieri. Chi non vuole militarizzare i treni passeggeri si rende oggettivamente complice di quanto accadrà ancora su questi convogli”.
Nessun allegato disponibile in questo articolo