ELEZIONI REGIONALI, DOTTI: “SORPRESO DALLA DECISIONE DI MARONI. CENTRO-DESTRA COMPATTO”

Milano 8/01/18 - “Questa mattina il presidente Roberto Maroni ha ufficializzato che non correrà per un secondo mandato alla guida di Regione Lombardia. Maroni ha parlato di “decisione personale” e come tale va rispettata, anche se sono rimasto sorpreso da tale decisione del presidente, dopo cinque anni di buon governo da parte sua e della sua Giunta, supportati da una maggioranza in Consiglio regionale sempre molto propositiva. Cinque anni molto intensi in cui Regione Lombardia ha sicuramente dettato “la linea” su molti temi, alcuni dei quali riguardano da vicino anche il territorio comasco. Cito gli interventi contro il dissesto idrogeologico (argomento su cui l’assessore regionale al Territorio, Viviana Beccalossi, si è spesa a fondo), l’importante incremento di arrivi alla voce “turismo”, la riapertura del lungolago di Como, l’anticipo dei contributi Pac per gli agricoltori, i fondi per interventi straordinari nella sanità oltre al tema montagna, senza dimenticare la costante attenzione alle tematiche “di confine” (frontalieri e ristorni) e il grande impegno per ottenere il via libera – con tanto di finanziamenti – alla variante della Tremezzina. Il centro-destra è compatto e determinato a vincere in Lombardia, come a livello nazionale”. Così il consigliere regionale Francesco Dotti (Fratelli d’Italia) dopo l’annuncio di questa mattina del presidente Roberto Maroni.

 

Nessun allegato disponibile in questo articolo