ALER , DE CORATO “META’ CASE ALER, COSTRUITE CON I FONDI GESCAL, ASSEGNATE A STRANIERI! ITALIANI E LOMBARDI DISCRIMINATI. NUOVO REGOLAMENTO ASSEGNAZIONI RIPORTERA’ GIUSTIZIA”

8 settembre 2017 La risposta data oggi in aula in merito alla mia interrogazione, che chiedeva i dati di Aler in merito alle assegnazioni a cittadini stranieri, sono davvero sconfortanti per chi crede che negli alloggi popolari debbano andare prima ai cittadini italiani .

Negli ultimi 4 anni tutte le Aler hanno visto aumentare il numero di assegnazioni a cittadini extracomunitari .

Aler Milano 46%

Aler Aler Bergamo 45%

Aler Brescia-Cremona-Mantova 49%

Aler Varese 37%

Insomma nelle case costruite con i fondi Gescal dagli italiani vanno per metà a stranieri, per buona pace dei 23mila milanesi sono in attesa di una casa .

 

I dati poi comunicati dal sottosegretario Fermi in merito alle occupazioni abusive confermano che a Milano c’è un fenomeno incontrollato, un vero assalto a forte apache ,siamo quasi a quota 4mila (per l’esattezza 3887), principalmente per effrazione (2653).

Chi urlava quindi allo scandalo per il nuovo regolamento riguardante le assegnazioni che andrebbe a favorire la residenzialità dovrebbe riflettere su questi numeri . Se qualcuno si sente discriminato nella gestione delle assegnazioni degli alloggi con la risposta data oggi in aula sappiamo chi sia , i cittadini italiani . 

 

 

Nell’interrogazione chiedevo anche quante utenze fossero state allacciate regolarmente con normale contratto dagli occupanti abusivi, ma questo dato non era ancora stato comunicato all’assessorato , quindi presenterò una nuova interrogazione. Scriverò anche una lettera al presidente di Aler Milano per chiedergli di invitare i fornitori di servizi di utenza a non far valere l’autocertificazione per gli allacciamenti alle utenze.

 

Lo dichiara Riccardo De Corato, capogruppo di Fdi in Regione Lombardia, dopo aver discusso oggi in Aula la sua interrogazione.

 

 

Nessun allegato disponibile in questo articolo