CENTRALE, DE CORATO: BENE BLITZ MA SE FATTI OGNI SETTIMANA ED ESTESI A PORTA VENEZIA. MIGRANTI CHE OTTENGONO CITTADINANZA SONO QUINTUPLICATI DAL 2012 E ANCORA NON C’E’ IUS SOLI CHE SAREBBE DISASTRO

26 luglio 2017 “Se non sono sporadici i blitz possono servire. Bisogna dunque procedere con operazioni di questo tipo almeno una volta a settimana, in modo che i controlli siano pressanti. Inoltre i blitz dovrebbero essere estesi anche alla zona di Porta Venezia e, come dice il presidente Maroni, alle altre stazioni. BLITZ UNA VOLTA A SETTIMANA – Ringraziamo la polizia che ha lavorando duramente e ci auguriamo che gli sforzi di ogni agente non siano vani ma servano a espellere i clandestini e controllare eventuali sospetti. Un blitz una volta ogni tanto tuttavia non serve a nulla, ce ne vuole almeno uno a settimana. Un altro luogo dove i migranti bivaccano giorno e notte è la zona tra Porta Venezia e Giardini Montanelli. Anche lì le forze dell’ordine devono procedere con operazioni di controllo di questo tipo, con la zona accerchiata come è stata oggi quella della stazione. DATI DU CITTADINANZA – Intanto i dati di Eupolis sui movimenti demografici in Lombardia sono chiari: aumenta il numero di migranti che ottengono la cittadinanza italiana. E siamo ancora senza ius soli, figuriamoci se e quando dovesse entrare a regime che disastro sarebbe. In Lombardia negli ultimi 5 anni si è infatti osservata una crescita: erano stati 14mila nel 2012 gli stranieri che avevano ottenuto la cittadinanza, mentre sono stati 54mila nel 2016. Cifre altissime. E non c’è ancora lo ius soli, che porterebbe i numeri, già elevatissimi, alle stelle. Per questo Fratelli d’Italia insiste sul “no”. DATI SU RESIDENTI STRANIERI – In particolare nell’area del milanese gli stranieri regolarmente residenti sono ormai quasi mezzo milione (474mila), pari al 12,1% del numero nazionale e in crescita rispetto ale 2015 (+0,9%). I dati sono del Rapporto Anpal Servizi sulla presenza di migranti nell’area del milanese. Quelli chiamati “lungosoggiornanti” sono il 55,1% e i minori non comunitari sono 114.556, il 24,6% sono nati stranieri. E’ facile capire che con numeri del genere lo ius soli sarebbe devastante”.

Nessun allegato disponibile in questo articolo