RAPINATA DONNA INCINTA, DE CORATO: MILITARI IN STAZIONI E TRENI. ANCHE PER ATM NON BASTA AUMENTO VIGILANTES, SERVONO SOLDATI SU METRO E MEZZI SUPERFICIE

“Bisogna mettere soldati sia nelle metropolitane che sui mezzi di superficie. Così come vanno messi sui treni e nelle stazioni. I vigilantes non bastano e quello che succede nelle stazioni è ormai un’emergenza.

 

L’ultima l’aggressione è avvenuta poche ore fa alla stazione di Milano Certosa, dove una donna incinta è stata presa a pugni e rapinata da un ragazzo della nuova Guinea. I luoghi di arrivo della nostra città sono diventati terra di conquista di extracomunitari pronti a tutto. Siamo anche arrivati all’arresto fai-da-te da parte dei cittadini esasperatati: il Comune a questi che hanno fermato il ragazzo della Guinea dovrebbe riconoscere l’Ambrogino! I tornelli e le telecamere proposte dalla Regione sono utilissimi, ma servono anche i militari, come abbiamo detto più volte.

 

Stesso discorso va fatto per i mezzi Atm. Oggi l’azienda annuncia che aumenterà i vigilantes del 30%: bene ma non basta. Abbiamo già visto per Trenord che le guardie giurate non sono sufficienti. Ci vogliono i militari nelle metropolitane, sia sui mezzanini che sui convogli. E ci vogliono anche sui mezzi di superficie: potrebbero salire e scendere insieme ai controllori, in modo da coprire un’ampia fetta di città e da proteggere i dipendenti Atm”.

 

Nessun allegato disponibile in questo articolo