REGIONE, DE CORATO: STATO DA 2012 NON DA’ PIU’ SOLDI PER ABBATTERE BARRIERE ARCHITETTONICHE IN ABITAZIONI. VERGOGNOSO, INTERROGAZIONE AL PIRELLONE

  8 maggio 2017Lo Stato dal 2012 non dà più soldi alle Regioni per l’abbattimento delle barriere architettoniche nelle abitazioni e di conseguenza i progetti si sono fermati. Ci rimettono le fasce più deboli, presenterò un’interrogazione in Regione su questo. Regione Lombardia forniva il servizio “Barch” (Contributi barriere architettoniche) con cui, tramite i Comuni, “eroga contributi ai soggetti privati in condizioni di svantaggio che intendano attuare l’eliminazione delle barriere architettoniche all’interno della propria abitazione di residenza (legge 9 gennaio 1989 n. 13 e legge regionale 20 febbraio 1989, n.6)”. I cittadini potevano far richiesta per ottenere il contributo, che è statale, e ricevere gli aiuti. Ma da metà del 2012 i fondi sono stati tagliati; la Regione è riuscita a completare i progetti di quell’anno ma non ha potuto più fornire il servizio per quelli successivi. Parliamo di disabili, di lombardi che hanno bisogno di contributi perché hanno una necessità imprescindibile. Parliamo di soldi che cambiano la vita di persone che già hanno tante difficoltà e tante spese da sostenere. E’ vergognoso che lo Stato abbia stretto i cordoni proprio sulla pelle dei disabili”.

 

Nessun allegato disponibile in questo articolo